Mascolinità tossica

Da Tematiche di genere.
Jump to navigation Jump to search
Il cerchio antisessista.png

Copertina del libro "Il cerchio antisessista: Cos'è il sessismo, quali danni comporta per tutti e come superarlo"

Riportiamo una riflessione da un post de @il_cerchio_antisessista

Il testo nelle immagini[modifica | modifica sorgente]

Thread: mascolinità tossica

La prima volta che lessi di "mascolinità tossica" fui molto felice della cosa. Era una vignetta in cui il padre spiegava al figlio cosa fosse la mascolinità tossica dicendogli : "Ti ricordi quando il tuo compagno ti prese in giro dicendoti che non dovevi leggere le W.I.T.C.H? Ecco, questa è la mascolinità tossica". Col tempo, però, pur rimanendo felice che si parli , di problemi e di prese in giro dicendoti che non dovevi leggere le W.I.T.C.H? Ecco, questa è la mascolinità tossica". Col tempo, però, pur rimanendo felice che si parli di problemi e di oppressione degli uomini, ho cominciato a storcere un po' il naso, non solo per il fatto che sembra sia diventato l'unico problema maschile nel mondo, ma anche per il punto di vista da cui viene percepito il problema, differente da quello della vignetta che ho raccontato (che mi piaceva tantissimo).

Ciò che ho notato è che si è cominciato a prendere sempre di più la questione come problema di chi ipoteticamente la subirebbe la "mascolinità tossica" e non più come problema di chi la utilizza. Insomma, quello che sto cercando di dire è che il maschio tossico è quello che offende l'altro perché non abbastanza "maschio" e non di chi sembra troppo "maschio". Non si è più focalizzata l'attenzione su chi ci dice come essere, ma su di noi che non siamo liberi di essere noi stessi e quindi dovremmo cambiare e liberarci dalla "mascolinità tossica", con risultato conseguente (che poi vi farò vedere che non è dire è che il maschio tossico è quello che offende l'altro perché non abbastanza "maschio" e non di chi sembra troppo "maschio". Non si è più focalizzata l'attenzione su chi ci dice come essere, ma su di noi che non siamo liberi di essere noi stessi e quindi dovremmo cambiare e liberarci dalla "mascolinità tossica", con risultato conseguente (che poi vi farò vedere che non è così nuovo come sembra) che per un bel po' di gente ora il maschio "infiocchettato" è il modello positivo e quello considerato più "tradizionale" non è libero. Sapete questo percorso di trasformazione cosa mi ricorda? La demonizzazione del rosa e della gentilezza, dell'empatia nei confronti delle donne, che dovevano magicamente diventare tutte sgarbate e punk per non essere più vittima dei costrutti sociali.

Insomma, quello di attivisti/e divulgatori/trici e un lavoro assai delicato, le parole vanno tarate e dosate bene; i vostri messaggi devono essere sinonimo di accettazione ed ispirazione nei confronti di chi vuole essere qualcosa che tanti gli dicono di non poter essere, non delle catene, delle "liberazioni imposte per chi sta bene perché è ciò che è e non ha alcuna catena. Le nuove catene sono uguali alle vecchie, anche se le tingete con un colore nuovo. Ve lo dico perché lo so cosa si prova, perché da piccolo ho mascherato il mio vero sogno con un altro che fosse meno "maschile" e meno mainstream, perché c'era chi voleva far risaltare solo la mia parte più morbida e negare quella più "dura".

tanti gli dicono di non poter essere, non delle catene, delle "liberazioni" imposte per chi sta bene perché è ciò che è e non ha alcuna catena. Le nuove catene sono uguali alle vecchie, anche se le tingete con un colore nuovo. Ve lo dico perché lo so cosa si prova, perché da piccolo ho mascherato il mio vero sogno con un altro che fosse meno "maschile" e meno mainstream, perché c'era chi voleva far risaltare solo la mia parte più morbida e negare quella più "dura". r Dovete solo sentirvi liberi/e, non vergognarvi se volete fare qualcosa di diverso dai canoni, semplicemente, e non farlo perché altrimenti non siete considerati liberi. La vostra libertà appartiene soltanto a voi e solo voi la potete sentire dentro, diffidate dalle "liberazioni" che vi fanno stare peggio, perché non sono liberazioni, ma obblighi da setta religiosa.

Capite soltanto che la vostra normalità non è per forza la normalità degli altri. Sta tutto qua, nel capire che ognuno ha le proprie sensazioni preferite, le proprie inclinazioni, il proprio stile di vita e i propri progetti che possono essere diversi o diversissimi dai nostri. Ma se i vostri progetti sono troppo "classici" va benissimo, purché siano i vostri e vi piacciano. È difficile districarsi anche tra tanti consigli che sembrano diventare imposizioni quando si pongono con parole troppo dure. Voi rimanete fedeli a ciò che volete essere e a ciò che sentite di essere. Siate liberi e libere, fino in fondo. E non giudicate l'essere altrui, anche se non fa per voi, non fate sentire gli altri/le altre giudicati/e, perché è ciò che non vorreste fosse fatto a voi. Vanno bene i maschi e le femmine che si truccano, vanno bone quelli che non si truono Vannebone muelli

Ma se i vostri progetti sono troppo "classici" va benissimo, purché siano i vostri e vi piacciano. È difficile districarsi anche tra tanti consigli che sembrano diventare imposizioni quando si pongono con parole troppo dure. Voi rimanete fedeli a ciò che volete essere e a ciò che sentite di essere. Siate liberi e libere, fino in fondo. E non giudicate l'essere altrui, anche se non fa per voi, non fate sentire gli altri/le altre giudicati/e, perché è ciò che non vorreste fosse fatto a voi. Vanno bene i maschi e le femmine che si truccano, vanno bene quelli/e che non si truccano. Vanno bene quelli/e a cui piacciono attività più delicate e quelli/e a cui piacciono quelle più toste ed energiche. Vanno bene quelli/e a cui piace un po' di tutto, che in un momento si vogliono scatenare e in un altro vogliono rilassarsi o fare cose più "carucce". Andate bene tutti/e e vi abbraccio. Anche se la vostra personalità non va incontro ai miei gusti, non siete sbagliati/e

Il post    [modifica | modifica sorgente]

[CONTINUA DALLE IMMAGINI]

Smettetela di far intendere che il tipo di uomo, che voi trovate più moderno o che, in alternativa, trovate più all'antica (c'è chi ritiene positiva l'una o l'altra cosa, senza rendersi conto che non è in base a quanto una persona sia tradizionale o innovativa che si definisce quanto questa sia una brava persona) e quindi che vi piace di più, sia il miglior modello a cui tutti gli uomini devono ambire. Smettetela di far passare le vostre preferenze (da ovunque esse derivino) come perfezione! Suggerire un modello di uomo o di donna, che esso sia tradizionale o moderno, è sessista ed è sbagliato! Se vi piacciono uomini più eleganti, o più gentili, o che curano di più l'aspetto, o se vi piacciono più forti e protettivi, questa è la vostra tendenza personale e nessuno la mette in discussione, ma non è il modello a cui devono ambire tutti! E lo stesso vale nei confronti delle donne. Dover ambire a un modello (che è diverso da avere un'ispirazione, che è una cosa positiva a cui ambiamo NOI e non gli altri) per imposizione della società, questo sì, è tossico! Se vogliamo avere una persona, una personalità che ci ispiri lo scegliamo noi, e allora quella non sarà mascolinità e femminilità tossica; ma se ci viene imposto da fuori per aspettative della società, allora sì che è tossico! Sono gli obblighi altrui e non i vostri modelli e ambizioni ad essere tossici, ricordatelo. Le vostre ambizioni sono sacrosante e buone, quelle che gli altri vi appioppano addosso no. Ambite a ciò che volete, crescete e maturate in base a quello, mai in base a ciò che vogliono gli altri; perché ciò che volete voi, appartenendovi e risiedendo già, se pur remotamente, dentro di voi, lo potrete diventare e a voi sta solo farlo emergere. Le inclinazioni che invece vi pongono gli altri saranno soltanto un peso, un ideale non vostro che cercherete di raggiungere senza che vi appartenga e che, per questo, vi farà soffrire e non vi piacerà mai. Non è vero che non si deve cambiare, ma è vero che si può cambiare per ciò che vogliamo noi, non per ciò che vogliono gli altri da noi.

#antisessismo #sessismo #femminismo #femminismointersezionale #canone #feminist #antisexist #antisessista #antisexism #paritàdigenere #uomini #paritadeisessi #uomo #maschilismo #patriarcato #uguaglianza #libertà #misoginia #mascolinitàtossica #mascolinità #menpower #girlpower #womenrights #equality #equalrights #oppressione #misandria #lgbt

Da piccolo dicevo di voler fare "il cantante" (mi piaceva e sempre mi piacerà cantare, precisiamo) perché il calciatore lo volevano fare troppi ragazzi, ma la verità è che io avrei voluto fare il calciatore e avrò sempre con me il rimpianto di essermelo negato (oltre che di essermelo fatto negare) ed essere partito troppo tardi. Nella vita non avrete sempre ascolto da chi vi sta intorno, non tutti porranno l'attenzione su cosa vi piace e cosa volete fare VOI, anzi cercheranno spesso di indirizzarvi verso ciò che loro immaginano per voi (sto parlando dei genitori, principalmente), quindi SIATE VOI AD ASCOLTARVI PER PRIMI, senza pregiudizi. Non fatevi del male da soli.